Cairate - Varese News

Live

Cairate

Tappa il 29 maggio



Nona tappa e settimo sindaco incontrato. Paolo Mazzucchelli è il primo cittadino dal 2011. "Cairate è un comune molto complesso ma con grandi opportunità. Siamo di fatto tre paesi: Cairate, Bolladello e Peveranza. Ottomila abitanti ma tutto si moltiplica per tre e con poche risorse non è facile. Con la riapertura totale del monastero noi torniamo ad avere un gioiello fruibile. Un complesso architettonico e storico unico in Lombardia. Faremo sistema con gli altri comuni della Valle Olona per promuovere tutto il territorio. L'altro punto di forza sono le 25 associazioni presenti in tantissimi settori diversi. Tra due settimane faremo la seconda edizione della festa di tutte queste realtà. Oltre alle unioni sportive ci sono anche compagnie teatrali e quelle sociali. La qualità della vita non passa solo dalle strade ben tenute ma anche dalla vita sociale. Per quanto riguarda le relazioni tra i tre paesi non possiamo dimenticare che siamo il paese dei campanili, ma la competizione a volte è positiva e le rivalità in un mondo globalizzato sono anacronistiche. Stiamo cercando di recuperare uno spirito di comunità e questo vale ancora di più in un momento di crisi. Le persone stanno riscoprendo questa voglia di stare insieme".
da Marco Giovannelli in mercoledì 29 maggio 2013 a 12:23

Siamo entrati nel cantiere dei lavori nel chiostro e nelle chiese del monastero benedettino fondato nel 737 da Manigunda, principessa longobarda. La struttura è magnifica ed è un peccato non poter documentare con abbondanti immagini la bellezza e la ricchezza del monastero.
da Marco Giovannelli in mercoledì 29 maggio 2013 a 12:40

La chiesa vecchia del monastero affrescata dal Luini
da Marco Giovannelli in mercoledì 29 maggio 2013 a 12:42


L'importante è resistere

da Marco Giovannellion May 29, 2013 at 4:11 PM

“L’importante è resistere, ma per le imprese è fondamentale crederci e questa loro fiducia andrebbe rafforzata. Io ho sempre visto il bicchiere mezzo pieno”. Agostino Molina è il presidente dell’omonima azienda, è anche ai vertici del gruppo "Varie" dell'Unione industriali della provincia di Varese. L'azienda, nata nel 1890 è un esempio di eccellenza del nostro territorio. Quinta per produzione di piume in Europa, novanta dipendenti, lavora oltre 2.500 tonnellate di prodotto all’anno.

“Il made in Italy è il punto di forza del nostro paese. Dopo la Coca Cola e la Visa è il terzo brand più conosciuto al mondo. Dobbiamo crederci e valorizzare di più questo immenso patrimonio. Noi, nel nostro piccolo, abbiamo fatto dei cambiamenti giganteschi. La Molina partecipa al un comitato mondiale sulle piume. Vent’anni fa eravamo considerati delle cenerentole, quelli che lavoravano con un sotto prodotto che non voleva nessuno. Oggi, grazie all’aver operato con spirito innovativo e anche all’aver puntato su una nicchia di mercato, siamo diventati i quinti in Europa. Si consideri anche che l’Italia è il primo paese al mondo per utilizzo delle piume per l’imbottitura dei divani e delle poltrone” 




Cent'anni di morbidezza e calore

da Marco Giovannelli in mercoledì 29 maggio 2013 a 18:16



Il circolo Cavallotti fu costruito e fondato nel 1900. Un secolo dopo venne realizzato un opuscolo che ne ripercorre la storia. La cooperativa fu costituita il 25 ottobre 1922 da sedici cittadini di Cairate. Oltre ai nomi tipici, colpiscono le professioni: cartaio, contadino,bracciante, fuochista, operaio,carrettiere. Santino Zaffaroni fu il primo presidente e il capitale sociale era di 140 lire, dieci ciascuno per i quattordici soci
da Marco Giovannelli in mercoledì 29 maggio 2013 a 13:29




Serena e Marta della Pro Loco, nostre speciali guide in giro per Bolladello e poi Peveranza
da Marco Giovannelli in mercoledì 29 maggio 2013 a 16:00

La chiesetta di San Calimero a Bolladello
da Marco Giovannelli in mercoledì 29 maggio 2013 a 15:59

La chiesa di Peveranza
da Marco Giovannelli in mercoledì 29 maggio 2013 a 17:12


La Casa della nonna a Peveranza è una chicca imperdibile. Grazie allo sforzo e alla passione della famiglia Belletti una antica cascina è diventata un vero museo etnografico con arredi e suppellettili originali.
da Marco Giovannelli in mercoledì 29 maggio 2013 a 17:17

da Marco Giovannelli in mercoledì 29 maggio 2013 a 17:19

La vecchia cartiera Vita Mayer, vera archeologia industriale. Un'area imponente in totale abbandono da decenni
da Marco Giovannelli in mercoledì 29 maggio 2013 a 17:22

Il sindaco Mazzucchelli ci racconta cosa potrebbe diventare l'area dismessa: "Abbiamo acquisito l'ex cartiera Vita Meyer, un'area di 650mila metri quadri, ma la proprietà è di Prealpi Servizi e non sappiamo che futuro avrà. Lì i problemi saranno enormi ma altrettanto lo saranno le opportunità. Quell'area è l'ingresso naturale verso Cairate. Abbiamo acquisito un'area verde di 75mila metri a fianco della ciclabile e da li ci sarà una scalinata per salire al monastero. Oltre a questo è opportuno ripensare alla ferrovia della Valmorea che costerebbe, secondo lo studio della Liuc, solo cinque milioni di euro".
da Marco Giovannelli in mercoledì 29 maggio 2013 a 17:23

Offerto da ScribbleLive Content Marketing Software Platform