Lonate Ceppino - Varese News

Live

Lonate Ceppino

Tappa del tour il 28 maggio



La prima tappa del tour a Lonate Ceppino è in municipio con il sindaco Massimo Colombo. Espressione di una maggioranza leghista, il primo cittadino è sereno per la gestione di questi anni che ha premiato un mix di efficienza, relazioni con le imprese senza penalizzare il sociale. "Non abbiamo fatto pagare l'Imu e sono riuscito a ridurre i dipendenti da 26 a 16. Abbiamo un asilo nido nella villa confiscata alla mafia quando Maroni era ministro dell'Interno. A Lonate c'è ancora una forte presenza delle imprese e questo permette di tenere bene il tasso dell'occupazione. Ciò grazie al fatto che queste aziende lavorano all'estero e alcune si stanno espandendo chiedendo ampliamenti. Cerchiamo di agevolare il loro lavoro ed è finito il tempo del sindaco padrone. Stiamo collaborando con il parroco per fare il nuovo oratorio. In quegli spazi faremo anche uno spazio sociale e sanitario. Investiamo oltre 300mila euro nel sociale a cui va aggiunte altro denaro per alcuni interventi mirati all'infanzia. Qui a Lonate non abbiamo particolari problemi di persone che vengono a bussare per difficoltà economiche. Il Comune aiuta le iniziative per abbattere costi per la collettività. Teniamo bassissime le aliquote delle varie imposte e questo va in tasca ai nostri cittadini. Tutto questo è possibile grazie ai collaboratori che lavorano per l'amministrazione".
da Marco Giovannelli in martedì 28 maggio 2013 a 11:03



Veduta della chiesa Pietro e Paolo dall'alto
da Marco Giovannelli in martedì 28 maggio 2013 a 11:07

Lo scoiattolo nasce con il nonno Belletti e poi si allarga ai Di Caro e Guerra marito delle due figlie del fondatore Umberto che insieme con moglie Ebe fondarono l'azienda nel 1983.
Un altro anniversario per il nostro tour che qui parla proprio italiano con la sua migliore tradizione: la cucina.
Ne parliamo con Massimiliano che giovanissimo è da tempo il direttore marketing che comprende quattro persone. "Nello stile dell'azienda facciamo tutto un po' in casa. Oggi Lo Scoiattolo ha un centinaio di collaboratori con una produzione di 60 tonnellate di pasta al giorno. Il mercato più sviluppato, oltre all'Italia con il 40%, è quello del nord Europa. Da due anni siamo anche negli Stati Uniti dove il leader è Buitomi, ma li è davvero dura. Stiamo lavorando bene in Canada. Noi puntiamo molto sulla qualità e sull'innovazione proponendo prodotti sempre nuovi che sono unici. Un esempio sono le pappardelle ripiene, per ora al tonno, ai funghi porcini e tra poco lanceremo quelle al cioccolato. Continuiamo a cercare nuove proposte e il mercato li recepisce bene soprattutto all'estero".
L'azienda da tempo lavora anche per i marchi della grande distribuzione. "Noi produciamo per Coop, per Tigros a marchio Primia, per il Gigante, Bennet, Crai, Billa, Auchan e altri. Lo facciamo anche per realtà all'estero. Questo lavoro incide per un 60% del fatturato. Il marchio Scoiattolo è importante per noi qui in Italia, ma fuori sarebbe molto difficile entrare. Un altro punto di qualità è la pasta fresca integrale biologica".
da Marco Giovannelli in martedì 28 maggio 2013 a 13:01

Mario Battaglia è appena rientrato dal Giro d'Italia dove conduce l'auto della giuria da vent'anni. È anche presidente dell'Unione ciclistica lonatese nata nel 1976.
"Oggi è dura andare avanti - ci racconta Mario - da quando ho preso il posto di mio papà nel 1978 alla guida dell'azienda le cose sono molto cambiate. Il nostro settore vive una crisi dettata da tanti fattori. Il primo sono i costi della gestione di un mezzo, più ancora dell'acquisto vero e proprio. Tra assicurazioni, bollo e altro ormai è impegnativo anche tenere un piccolo scooter. Comunque tiriamo avanti cercando di esser più attivi possibili in campi differenti"
da Marco Giovannelli in martedì 28 maggio 2013 a 12:02

Giacomo Sala, insieme con il fratello Mauro, gestisce l'agriturismo La Rondine. Immerso nel verde al confine con Tradate, nella località San Bernardo, il posto offre accoglienza con tre mini appartamenti e una cucina casalinga e gelateria. "Lo gestiamo da nove anni e sta andando bene. A pranzo abbiamo una buona clientela e, ad eccezione dei primi giorni della settimana, il ristorante è aperto anche la sera. Abbiamo ampi spazi per banchetti e anche per giocare all'esterno"
da Marco Giovannelli in martedì 28 maggio 2013 a 13:27

La passione per la storia locale mi è nata negli anni Settanta. Ho iniziato a fare ricerche nelle biblioteche per ricostruire la storia di Lonate".
Ernesto Restelli, vent'anni di fabbrica, si è laureato al politecnico di Milano studiando di sera. Poi nell'83 ho iniziato a insegnare. "Da Lonate sono passato a studiare Tradate e la Frera e ho iniziato a fare libri di storia di vecchie fabbriche di moto. Con il parroco di Bolladello abbiamo fatto la storia del paese. È da li tanti altri fino ad arrivare a ventidue volumi. L'ultimo è pubblicato con Lativa e ricostruisce a colori la storia della Frera. Dalla carta al digitale il passo è stato breve. Mi sono comprato una telecamera e ho iniziato a fare anche DVD. Il primo è sulla sicurezza stradale, il secondo per il settantacinquesimo anniversario della consacrazione della chiesa dei santi Pietro e Paolo. L'ultimo, uscito il XXV aprile per il settantesimo anniversario della resistenza in provincia di Varese".
da Marco Giovannelli in martedì 28 maggio 2013 a 17:21

La luna fatata è l' asilo nido di Lonate che ha sede in una villa all'ingresso del paese che venne requisita alla mafia
da Marco Giovannelli in martedì 28 maggio 2013 a 15:31




La piazzetta dove è ubicata la biblioteca
da Marco Giovannelli in martedì 28 maggio 2013 a 16:51

Dobbiamo aver fiducia nel futuro

da Marco Giovannellion May 28, 2013 at 3:37 PM

Mille dipendenti e il quartier generale a Lonate Ceppino dove lavorano oltre duecento persone. La SICES Group, fondata nel 1958, è una unione di diverse aziende leader ed opera nei mercati internazionali per la fornitura di recipienti a pressione, scambiatori di calore, skid impianti montati e caldaie e nelle attività di montaggio e di manutenzione. Il Gruppo è oggi gestito dalla seconda generazione dei fondatori.

Abbiamo raggiunto telefonicamente Alberto Ribolla che si trova a Berlino per lavoro. “Dobbiamo avere fiducia nel futuro, ma oggi è dura. Il mercato italiano e quello europeo sono fermi e senza la domanda interna lavorare è davvero difficile. Si tenga poi conto che anche altre economie, che sembravano non arrestarsi mai, hanno una crescita inferiore alle aspettative. Noi confidiamo nella ripresa e intanto continuiamo a lavorare”.



Offerto da ScribbleLive Content Marketing Software Platform